mercoledì 27 gennaio 2010

Sshhh... sulle punte...

[Ma le etichette non si mettono ai vestiti? A me piace camminare nel fango... perchè è quando ci si sporca, che si vive...]

Tra più soffi di nebbie
seppur smarrita
l'argentea Luna filtra...
...candidi fili afferrano
quei lembi di fumo
sottili...

(capita di perdersi, alcune notti, ad osservare, languidamente, questa danza antica)

Confusa e conFusa
di gatta e di matta...

9 commenti:

  1. Sul finire sospiro.
    Mi piace molto quello che hai scritto.
    Shhhhhh

    RispondiElimina
  2. ne faccio bracciali
    legame d'argento
    segreto
    d'una notte di nebbia e luna.


    [bellissimo questo tuo pensiero]

    RispondiElimina
  3. buona la prima ;)

    RispondiElimina
  4. E più ci si sporca più è piacevole sentire la carezza di un filo di nuvola sotto i piedi, dopo.

    RispondiElimina
  5. Un grazie a tutti per le vostre voci, per i sorrisi, le carezze ed i pensieri che intrecciati diventano bracciali: amuleti magici...
    Un bacio...

    RispondiElimina
  6. C'è sempre una luna tra i nostri pensieri e non cambia mai.

    RispondiElimina
  7. @ UIFPW08 (che nome complicato)
    ...sì... e di tanto in tanto, sussurra la tempesta...

    RispondiElimina
  8. Chissà se si può legare l'altalena anche su quei fili? E guardare, e perdersi, e ritornare a leggere le tue danze... Ciao!

    RispondiElimina