domenica 31 gennaio 2010

(per certi versi)

E se le avessi detto di smetterla con quella tortura alle sue mani, quel suo mangiarsi le unghie, con le ferite che inevitabilmente poi si formano e con quel freddo, che tanto le rende fragili e rosse?
Le avrei messo del pepe. Sì, pepe nero, sulle dita. Io, giuro, l'avrei fatto.

Lo faccio, nei pensieri, di tanto in tanto... cullandomi nel sogno delle tutte (quasi) possibili conseguenze...
Nella realtà... ci sono limiti, per certi versi, invalicabili. O forse, per certe circostanze.

(o forse ruoli, o vincoli, o... oh! dannazione...)

12 commenti:

  1. preferisco la nudità ad un vestito inappropriato e...dannazione, hai detto bene ;)

    ps: non mangiare le unghie, sei una signorina: non si fa!!! :)))

    RispondiElimina
  2. ...traigo
    sangre
    de
    la
    tarde
    herida
    en
    la
    mano
    y
    una
    vela
    de
    mi
    corazón
    para
    invitarte
    y
    darte
    este
    alma
    que
    viene
    para
    compartir
    contigo
    tu
    bello
    blog
    con
    un
    ramillete
    de
    oro
    y
    claveles
    dentro...


    desde mis
    HORAS ROTAS
    Y AULA DE PAZ


    TE SIGO TU BLOG




    CON saludos de la luna al
    reflejarse en el mar de la
    poesía...


    AFECTUOSAMENTE:
    LA CASA DEL THE SULLA LUNA


    DESEANDOOS UNAS FIESTAS ENTRAÑABLES OS DESEO FELIZ AÑO NUEVO 2010 Y ESPERO OS AGRADE EL POST POETIZADO DE LA CONQUISTA DE AMERICA CRISOL Y EL DE CREPUSCULO.

    José
    ramón...

    RispondiElimina
  3. @ naimablu
    Certo che è incredibile che io abbia scritto questa cosa: questa del pepe... la conseguenza più ovvia è il dolore lancinante, viste le condizioni delle mani... ma la verità è che dietro a quel rimprovero, c'era dolcezza... così mi è venuto... così!!!
    E' una contraddizione in termini.
    ;)

    RispondiElimina
  4. @ Josè Ramòn
    ...encantada... y bienvenido en esto pequeno mundo...
    Gracias por tus palabras.

    RispondiElimina
  5. Mi son mangiata le unghie fino a vent'anni, avevo delle mani mostruose. Nessuno è riuscito a farmi smettere. Fino a che un giorno ho guardato le mie mani e le ho nascoste, non riuscivo a guardarle. Mi facevano schifo ed erano le mie mani... il pepe non mi avrebbe fatto meno male :) non le ho più mangiate... e invece di dieci sigarette al giorno ho cominciato a fumarne un pacchetto.

    RispondiElimina
  6. Già, un amorevole ed affettuoso rimprovero che più che schiaffo è carezza :)

    Baci

    RispondiElimina
  7. O la consapevolezza che avrebbe ascoltato, ma non sentito. Guitar players don't have such problems...

    RispondiElimina
  8. Le unghie con un pizzico di pepe sono più saporite. Bel glob. Volevo dire blog.

    RispondiElimina
  9. @ FrammentAria
    ... insomma, avevi bisogno di sostituirlo con qualcosa... certo che mangiarsi le unghie è meno dannoso che fumare, però!!! :)

    @ Dekker
    Già... molto probabile...

    @ Hamelin
    Welcome! ;) Presto farò un giretto dalle tue parti. Sono curiosona!

    RispondiElimina
  10. mentre leggevo mi mangiavo le unghie, fino a consumarle. e adesso mi esce il sangue. vado a prendere il pepe, così insaporisco il tutto...

    Torquemada

    RispondiElimina
  11. @ Anonimo
    Ma insomma non è una ricetta culinaria... in teoria il pepe dovrebbe EVITARE questa pratica, non renderla più saporita! Accidenti...
    Inquisitore o inquisitrice?
    ;)

    RispondiElimina
  12. Inquisitore

    Torquemada

    RispondiElimina